Sviluppo Personale & Professionale

Idee, riflessioni, possibili strumenti per accrescere la consapevolezza di sè

1
Featured

Archivio Dei Focus


Le Aspettative

Creato Mercoledì, 14 Aprile 2010 00:00 Data pubblicazione Visite: 1705

Categoria principale: Focus ON - Categoria: FOCUS_2010

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Qualsiasi cosa cui crediamo con sentimento, con partecipazione, con intima convinzione, diventa realtà. Cosa ci aspettiamo non è cosa vogliamo. È ben diverso! È cosa intimamente immaginiamo che accada. Vale a dire che se noi ci sforziamo a mille per un obiettivo, ma intimamente ci fa paura e pensiamo di non esserne all’altezza, non lo raggiungeremo, questa è la verità.

Principali Accorgimenti: Sono molti gli esperimenti che dimostrano che chi ha convinzioni intime cambia la propria “prestazione” sia in negativo che in positivo. E ciò può cambiare automaticamente cambiando soltanto la nostra convinzione auto-limitante. Si ottiene, quindi, ciò che ci si aspetta e non ciò che si vuole. Questo è molto importante. Poiché possiamo sempre essere coscienti di ciò che ci aspettiamo, ma a volte non lo siamo affatto!

 

Per cui: aspettatevi sempre il meglio.

Se volete andare alle origini delle vostre aspettative, tenete conto delle stratificazioni della nostra mente: le aspettative sono legate a convinzioni profonde, quindi non fermatevi al primo livello. La realtà è una proiezione esterna delle nostre convinzioni radicate (sia positive che negative!). Quando ci convinciamo di qualcosa, cerchiamo sempre dati ed azioni che confermino le nostre convinzioni. Sia in negativo che in positivo.

Prova a fare quest’esercizio: chiediti “Dove sento che le mie aspettative hanno influenzato o influenzano la mia vita, in negativo o in positivo?” e scriviti le risposte su un foglio. Prova lo stesso esercizio a distanza di qualche mese e solo dopo confronta le risposte. Spesso capita che, se hai un buon livello di self-reflexivity, le seconde risposte sono significativamente più "vere" delle prime.

"Migliorare” le proprie aspettative.

E’ possibile? Provate a domandarvi, con sincerità: Da dove derivano queste mie aspettative? Ci sono forse situazioni passate (remote) che posso rivivere per chiudere definitivamente e non avere più aspettative negative? - Cosa mi soddisfa, mi interessa, mi appassiona veramente di tutto questo? Cosa o chi mi può aiutare ancora? - Ho messo in atto il proposito che “da oggi non starò più al di sotto delle mie aspettative rispetto a ciò”? - Quali sintomi fisici, psicosomatici, quali segnali dal mio corpo o dalle emozioni ricorrenti, non voglio accettare? Ci sono? - C’è qualcosa che temo che succeda e puntualmente accade? - C’è un episodio della mia vita in cui ho cambiato aspettativa, ed è cambiato il risultato? Posso fare appello a quella situazione per aiutarmi adesso? - Sinceramente, qual è la mia prospettiva auto-limitante, la mia profezia che si auto-avvera? - C’è qualcuno che stimo che mi possa fungere da esempio, ispirazione?